MAGGIO RODIGINO, FINO A DOMENICA OGNI GIORNATA SARA’ UN EVENTO

ROVIGO, 23 maggio – Ogni giornata fino a domenica sarà un evento nella settimana conclusiva del Maggio Rodigino. E alcune giornate avranno più appuntamenti (tutti a ingresso gratuito) pronti a darsi la staffetta della primavera della cultura a Rovigo, «grazie alla sinergia tra associazioni, enti e cittadinanza generosi nell’impegno e aperti alle novità, e soprattutto grazie all’assessorato comunale alla Cultura, pronto a risolvere anche gli imprevisti dietro l’angolo», afferma Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine, che promuove il Maggio Rodigino.

LUNEDÌ, MARTEDÌ E MERCOLEDÌ – Tra Scuole e Teatro porta al cinema Duomo – fino a mercoledì, ogni sera con l’apertura del sipario alle 20.45 – tre nuovi spettacoli dopo i quattro appuntamenti che erano in cartellone la scorsa settimana: nell’anniversario della strage di Capaci “L’agenda rossa di Paolo Borsellino”, con i ragazzi del laboratorio teatrale dell’istituto comprensivo di Lendinara; martedì 24 maggio “#Ho preso l’influencer”, con gli studenti del Celio-Roccati e “Gic – Giovani in cammino”; e quindi mercoledì 25 maggio il gruppo “Nati dal nulla” con “Plancton”. Quest’ultimo spettacolo si inserisce nel contesto del Cosquillas Theatre Methodology, dedicato al mondo del sociale e prezioso anche per persone o situazioni in cui le difficoltà di relazione con gli altri generano esclusione.

GIOVEDÌ – Giovedì 26 doppio appuntamento: alle 18.00 nella sala della Gran Guardia – dove resterà fino a domenica 29 maggio, con orari di vista 10.00-13.00 e 16.00-20.00 -, l’inaugurazione della mostra fotografica e video-grafica “The future is inclusive – prospettive sulla diversità” dà l’occasione attraverso gli allievi dell’istituto tecnico De Amicis di conoscere meglio la gioventù chiamata a costruire la propria identità nell’integrazione di culture e di pari opportunità. E farà conoscere anche i migliori studenti italiani di Grafica e Comunicazione in concorso alla concomitante Gara nazionale istituti tecnici, indetta dal Ministero dell’Istruzione, ospitata dal De Amicis il 26 e 27 maggio.
In serata invece, in anteprima nazionale, piazza Vittorio Emanuele II ospiterà alle 21.00 l’Omaggio a Battiato – a un anno dalla sua scomparsa – del Battiato Celebration Ensemble formato da Raffaella Cafagna (voce) ed Enrico Zanforlin (voce), Silvio Vecchione (chitarra), Luca Bellan (batteria), Biagio Modena (basso), Giulia Bergo (pianoforte), Stefano Bellettato (tastiere) e il quartetto d’archi formato da Alessandro Simoncini (primo violino), Luca Rettore (secondo violino), Francesco Ferrarese (viola) e Daniele Tessarin (violoncello).

VENERDÌ – Anche venerdì 27 maggio è in programma un doppio appuntamento: “Musica sostantivo femminile”, convegno in Accademia dei Concordi alle 15.00, e “Muse o Musiciste?” spettacolo alle 20.30 in piazza Vittorio Emanuele II. Entrambi sono proposti nell’ambito della XVIII Rassegna delle Scuole medie a indirizzo musicale, che in questa edizione vuole valorizzare musiciste, cantanti, direttrici d’orchestra, compositrici.

SABATO – Il 28 maggio sarà interamente dedicato ai giovani, con ben tre eventi.
Dalle 9.00 alle 18.00 la piazza principale di Rovigo ospiterà la maratona musicale con le 13 orchestre delle scuole medie a indirizzo musicale che, tra gli appuntamenti della XVIII Rassegna provinciale, sarà l’evento culminante.
Alle 15.30 in sala Oliva dell’Accademia dei Concordi si svolgerà la premiazione del concorso letterario “Sergio Garbato – Fondazione Banca del Monte di Rovigo per la Scuola”: saranno presentati al pubblico i 20 racconti finalisti e, prima di rivelare i tre vincitori, la cerimonia farà conoscere gli istituti scolastici con i migliori elaborati.
In serata invece, il finale di Tra Scuole e Teatro, previsto inizialmente in piazza Vittorio Emanuele II, si svolgerà al teatro don Bosco sempre dalle 21.00, e così dopo lo spettacolo “Presente!” di Traverso Teatro, saliranno sul palco del don Bosco tutti i protagonisti della XX edizione. Inoltre, dalla Scuola estiva di Teatro Educazione arriverà una sorpresa, in collaborazione con Associazione Zagreo, prima della festa conclusiva che consegnerà gli attestati e il contributo economico alle scuole della manifestazione organizzata da Fita Rovigo Aps, Associazione Nexus, Noi Rovigo e Associazione Zagreo, in collaborazione e con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Rovigo, la partnership della Fondazione per lo sviluppo del Polesine e il patrocinio di Comune di Rovigo, Agita, Ra.Re. e Uilt.

DOMENICA – Il 29 chiuderà la quinta edizione del Maggio Rodigino lo spettacolo teatrale “Io sono Molière”, in piazza Vittorio Emanuele II alle 21.00. L’evento celebrerà i 400 anni dalla nascita del drammaturgo francese e alcune tra le sue commedie più famose, come Il Malato immaginario, Le Intellettuali e Le furberie di Scapino. Nell’allestimento ideato da Fita Rovigo Aps per il Maggio Rodigino, con la collaborazione artistica dell’attore e regista Armando Carrara, sono protagoniste alcune compagnie teatrali amatoriali del Polesine.

«Il Maggio Rodigino – conclude il presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine, Virgilio Santato – vuole fare rete e diffondere il valore delle realtà culturali di Rovigo, che quotidianamente contribuiscono a far crescere la conoscenza. E che mostrano, diffondendo identità e valori della comunità cittadina e del Polesine, il percorso trascorso insieme e la strada da percorrere verso un futuro condiviso».